23.4. — 28.4.2024

MUSICAGORITIENSIS

4. InternationalMusic Competition

MUSICA GORITIENSIS

Giuria

Direttore artistico prof. Alessandra Schettino

predsednik žirije / presidente giuria / president of the jury

Stefano Zanchetta - Italija

Benečan Stefano Zanchetta je študiral violino pri prof. Siriu Padovanu na konservatoriju B. Marcello v Benetkah. Z odliko je diplomiral iz violine in viole ter istočasno študiral klavir in kompozicijo. Izpopolnjeval se je na Mozarteumu v Salzburgu pri prof. Sandorju Veghu, študij komorne glasbe pa pri prof. Antoniu Janigru. V Triu z Mariom Brunellom in Massimom Somenzijem je prejel prestižne nagrade na priznanih tekmovanjih, kot so tekmovanje komornih zasedb v Parizu in prestižno mednarodno tekmovanje za komorne zasedbe v Colmarju. Na tekmovanju Auditorium 1978, ki ga je razglasila državna radio televizija RAI, je bil izbran kot edini violinist in nagrajen z neposrednim radijskim prenosom violniskega recitala v turinskem Avditoriju. Pet let zaporedoma je na violinskih revijah v Vittoriu Venetu prejel več prvih nagrad. Poleg poučevanja na Konservatoriju v Benetkah, se je uveljavljal kot violinist in koncertiral v najpomembnejših koncertnih dvoranah in teatrih po svetu kot npr. v Carnegie Hall v New Yorku, v dvorani Tchaikovsky v Moskvi ter na Japonskem, Avstraliji, Kitajski, Južni Ameriki, ZDA, Novi Zelandiji in po celi Evropi ter srednjem vzhodu. Kot koncertni mojster je sodeloval v orkestru Gledališča La Fenice v Benetkah, v orkestru državnega radia in televizije RAI v Rimu, v simfoničnem orkestru iz Aquile v Abrucih, v orkestru gledališča v Trevisu, v deželnem orkestru iz Vidma, v mladinskem italijansko-slovenskem orkestru, ter kot solist v italijanskem godalnem orkestru, ki ga je vodil Mario Brunello. Zanimanje za glasbo iz 20. stoletja ga je privedlo do izvajanja glasbenih del A. Berga, K. Weilla, R. Zandonaia, Schnittkov koncert, itd. V okviru baročne glasbe je sodeloval z orkestri I Virtuosi di Roma, A. Vivaldi iz Benetk, ki ga je ustanovil njegov profesor Sirio Piovesan, i Sonatori della Gioiosa Marca s Cecilio Bartoli v dvorani Musikverein na Dunaju. Snemal je za založbe Erato, s Claudiom Scimonejem in I Solisti Veneti, Decca, Cpo iz Berlina, Divox, Phone, Denon in druge. Na željo maestra Claudia Abbada je bil član prvih violin prestižnega orkestra festivala v Lucerni in v tem sestavu sodeloval na številnih koncertih v Musikvereinu na Dunaju s solistom Mauriziom Pollinijem. Kot član žirije sodeluje v različnih violinskih tekmovanjih, kot npr. Postacchini v Markah, Vittorio Veneto, Treviso in druga. Pred kratkim je objavil 12 etud za violino ter 4 skladbe za violino in klavir po romanu “Città invisibili” Itala Calvina. V kratkem bo tudi objavljeno delo Paganiniana za violino solo. Leta 1980 je začel s poučevanjem violine na konservatoriju B. Marcello v Benetkah in veliko število dijakov, ki je diplomiralo pod njegovim mentorstvom, ima sedaj pomembne vloge v prestižnih simfoničnih orkestrih in komornih zasedbah. Zvest violinski tradiciji njegovega mentorja Siria Piovesana (ki beneški šoli združuje madžarsko J. Hubaya in E. Zathureszkija), je upoštevan kot edini dedič te šole, katere želi nadaljevati dragoceno poučenje.

Galina Buinovschi - Repubblica di Moldavia

Galina Buinovschi, nata nel 1950 a Chisinau, Repubblica di Moldavia, si è diplomata alla Scuola Media Speciale di Musica “Eugen Coca” di Chisinau nel 1969. Ha studiato violino nella classe di M. Berihman. Successivamente ha proseguito gli studi presso il Conservatorio Statale di Mosca “P.I. Tchaikovsky” come allieva di Dmitry Tziganov. Dopo la laurea, nel 1974, torna in Moldavia e inizia la sua attività pedagogica come insegnante di violino presso la Scuola media speciale di musica “Eugen Coca”. In seguito viene promossa a capo del dipartimento di “Strumenti a corda” della stessa scuola, mentre diventa membro dell’Orchestra di musica da camera della TeleRadio moldava. Dopo la riforma della Scuola “E. Coca”, nel 1990, diventa direttore del Liceo musicale repubblicano “C. Porumbescu” fino al 2016. Dal 1995 al 2016 (21 edizioni) è a capo del Comitato organizzativo del Concorso musicale internazionale “E. Coca”. Tra i suoi numerosi e prolifici discepoli e laureati troviamo i nomi di: Ala Benderschi, Alexandru Ureche, Dumitrita Vieru, Dan-Iulian Drutac, Vladimir Axionov, Maria Postolache, Stefan-Gabriel Luta, Dumitru Pocitari (vincitore del Dubai International Violin Competition – Grand Prize nel 2022 e primo violino della Tel-Aviv Symphonic Orchestra dal 2016 al 2023, e recentemente primo violino dell’Orchestra Sinfonica di Vienna), Ionel Manciu (primo vioino dell’Orchestra Sinfonica di Amsterdam), Ilian Garnetz (vincitore del Concorso Violinistico Internazionale “Tibor Varga” tenutosi in Svizzera; 3° premio al Concorso Violinistico Internazionale “Queen Elisabeth” di Bruxelles, Belgio, primo violino dell’Orchestra Sinfonica di Bamberg – Germania), Alexandra Conunova (vincitrice del Concorso Violinistico Internazionale “J. Joachim” di Bruxelles, Belgio, 3° premio al Concorso Internazionale “P.I. Tchaikovsky” di Mosca, Russia), e molti altri. Nella veste di giurato ha partecipato a molti concorsi internazionali in Romania, Russia, Bulgaria, Moldavia, Bielorussia e Ucraina. Ha tenuto diverse masterclass in Moldavia, Bielorussia, Bulgaria, Romania, Finlandia, ecc. Nel 2000 ha ricevuto il premio onorario “Master of Arts”, nel maggio 2011 il premio “Ordinul Republicii” e nell’agosto 2014 il “National Prize”.


Helfried Fister - Austria

Helfried Fister, nato nel 1952 in Carinzia / Austria, ha ricevuto la sua prima educazione musicale al Conservatorio di Stato della Carinzia con il prof. Gustav Mayer. Dopo essersi diplomato con lode, ha proseguito gli studi con il prof. Igor Ozim alla Hochschule di Colonia, dove è stato suo assistente dal 1978 al 1989. Dal 1989 al 2018 è stato professore al Conservatorio di Stato della Carinzia / Austria e dal 1999 al 2017 ha insegnato al Conservatorio “Johann Joseph Fux” di Graz. In entrambi i conservatori ha ricoperto la carica di capo del dipartimento di archi. È stato anche presidente del consiglio di amministrazione delle “Scuole di musica della Carinzia”, essendo responsabile per lo sviluppo del sistema scolastico musicale negli anni 1992 – 1998.
Helfried Fister conduce masterclass di violino e di musica da camera all’estero e fa parte della giuria di molti concorsi nazionali e internazionali di violino, viola e musica da camera. Si esibisce come solista e musicista da camera in molti paesi del mondo. Nel 2017-2018 è stato membro del team di sviluppo della neonata “Gustav Mahler Private Music University Klagenfurt /Austria”, essendo responsabile della concezione e dell’implementazione di tutti i curricula e dei regolamenti di studio.


Vasilij Meljnikov - Slovenia

Il violinista professor Vasilij Meljnikov ha studiato all’Accademia di Musica di Minsk con la violinista Olga Parkhomenko, allieva del celebre David Ojstrah. Con lei ha anche completato gli studi post-laurea con il massimo dei voti, tenendo due recital solistici e discutendo la sua tesi post-laurea. Ha perfezionato gli studi al Conservatorio Peter I. Tchaikovsky di Mosca. Ha iniziato la sua carriera di insegnante come professore in una scuola di musica secondaria per talenti speciali. È stato anche membro dell’Orchestra da Camera di Stato della Bielorussia, con la quale ha tenuto concerti nei Paesi dell’ex Unione Sovietica e in Europa. Dal 1990 insegna e lavora in Slovenia. Come solista e membro di formazioni cameristiche, si è esibito su molti palcoscenici, cicli di concerti e festival in Slovenia e all’estero. Nel 1997 ha ricevuto il primo premio al Concorso Internazionale Vienna Modern Masters di Vienna. Per due anni è stato membro del quartetto d’archi Camerata Slovenica con Primož Novšak, Milet Kosi e Ciril Škerjanc e dal 1998 è membro del Ljubljana Piano Trio con il pianista Sijavus Gadžijev e il violoncellista Igor Mitrovič. L’insegnamento è sempre stato una parte importante del suo lavoro. Ha iniziato a insegnare all’Accademia di Musica di Lubiana nel 1993 e dal 2000 è professore a tempo pieno. Ha insegnato alla Scuola secondaria di musica SGBŠ-KGBL dal 1992 al 2022 ed è vincitore del Premio Škerjanč. I suoi numerosi allievi e studenti hanno vinto premi in concorsi nazionali e internazionali, si esibiscono frequentemente sui palcoscenici dei concerti e sono spesso solisti con varie orchestre, nonché vincitori dei Premi Prešeren dell’Accademia di Musica di Lubiana. Dal 2007 è professore ordinario e dal 2012 al 2018 è stato a capo del Dipartimento di archi. Dal 2001 al 2012 è stato il mentore dell’Orchestra Sinfonica dell’Accademia di Musica, divenuta famosa per i suoi concerti di alto profilo in patria e all’estero. Dal 2004 al 2010 è stato concertmaster dell’Orchestra Simfonica RTV Slovenia. Dal 2010 è attivamente coinvolto nell’ensemble dei Solisti di Zagabria. Vasilij Meljnikov è stato insignito del Premio Betetto e della Targa d’oro dell’Università di Lubiana per gli eccellenti meriti artistici e pedagogici.


Diana Mustea – Moldavia/Italia

Diana Mustea, nata in una famiglia di tradizioni musicali, ha iniziato lo studio del violino all’età di 5 anni, diplomandosi al Liceo musicale C. Porumbescu di Chisinau in Moldavia. In seguito ha frequentato l’Accademia di Musica di Stato G. Dima di Cluj-Napoca (Romania), dove ha conseguito la laurea con il massimo dei voti sotto la guida del celebre violinista M° Stefan Ruha, con cui si è spesso esibita in duo, collaborando inoltre con il prestigioso Quartetto di Stato Romeno Quartetto Transilvania. È stata solista con le principali orchestre sinfoniche di Romania e Moldavia, suonando e registrando anche per la Radio e TV moldava. Nel 2005 ha ricevuto inoltre dal Governo moldavo il Premio per la Musica 2005 per l’attività svolta. Trasferitasi in Italia, si è perfezionata per quattro anni all’Accademia W. Stauffer di Cremona sotto la guida del M° S. Accardo ed entrando a far parte dell’Orchestra da Camera Italiana ha partecipato a prestigiosi concerti in Italia e all’estero, incidendo inoltre i Concerti di Palazzo Madama. Svolge inoltre attività concertistica in duo e in prestigiose formazioni da camera con importanti musicisti: Bruno Canino, Jan Talich, Gil Scharon, Atar Arad, ecc. Ha inciso inoltre il DVD Amati in concert per la Radio-Televisione Linburg (Olanda).
Ha collaborato con le Orchestre dei Teatri S. Carlo di Napoli, Carlo Felice di Genova, con Maggio Musicale Fiorentino di Firenze e della Fondazione Teatro G. Verdi di Trieste.
Dal 2006 affianca all’attività concertistica la didattica, ricoprendo la cattedra di violino presso l’I.S.S.M.  G. Puccini di Gallarate, il Conservatorio di Musica F. Torrefranca di Vibo Valentia, il Conservatorio J. Tomadini di Udine. Attualmente è docente di violino presso il Conservatorio G. Tartini di Trieste e fa parte dell’Orchestra della Fondazione Teatro G. Verdi di Trieste.


Stefano Zanchetta - Italia

Stefano Zanchetta, veneziano , inizia lo studio del violino con Sirio Piovesan al Conservatorio di Venezia, venendo considerato in seguito come l’unico erede della sua scuola violinistica, dove ottiene diploma in violino e viola con il massimo dei voti e la lode , coltivando contemporaneamente lo studio del pianoforte e quello della composizione. In seguito, al Mozarteum di Salisburgo  si perfeziona con Sandor Vegh e in musica da camera con Antonio Janigro. In Trio con Mario Brunello e Massimo Somenzi ottiene premi importanti come al concorso di musica da camera di Parigi e al prestigioso concorso di Colmar per trio. Unico violinista scelto tra numerose selezioni nazionali al concorso Auditorium 1978 indetto dalla Rai e premiato con recital in diretta radiofonica dall’Auditorium di Torino, ottiene nel frattempo diversi primi premi alle rassegne violinistiche di Vittorio Veneto per 5 anni consecutivi. Affianca all’insegnamento del violino, iniziato da giovanissimo presso il conservatorio di Venezia, una nutrita attivitá concertistica che lo porta ad esibirsi in tutto il mondo e nelle piú prestigiose sale e teatri come la Carnegie Hall a New York , La sala Tchaikovsky a Mosca , in Giappone , Australia , Cina , Sud America , Stati Uniti , New Zeland e in tutta Europa e medio oriente. Ha collaborato come primo violino di spalla con l’orchestra del Teatro La Fenice , l’orchestra della RAI di Roma , l’orchestra sinfonica Abruzzese dell’Aquila, l’orchestra del teatro di Treviso, l’orchestra regionale di Udine, l’orchestra della gioventù musicale italo-slovena , l’orchestra d’archi italiana diretta da Mario Brunello con  la quale ha avuto  il ruolo di solista. Il suo interesse per la musica del 900, lo porta a eseguire lavori di A. Berg, K. Weill, R. Zandonai  il concerto di A. Schnittke, ecc. Nell’ambito della musica barocca ha collaborato con I Virtuosi di Roma, l’orchestra A. Vivaldi di Venezia, fondata dal suo maestro Sirio Piovesan, i Sonatori della Gioiosa Marca con Cecilia Bartoli al Musikverein di Vienna. Ha al proprio attivo numerose incisioni discografiche per le case Erato insieme a Claudio Scimone ed ai Solisti Veneti, Decca, Cpo di Berlino, Divox, Phone, Denon ecc. Claudio Abbado lo ha voluto nei primi leggii dei violini nella sua prestigiosa orchestra del festival di Lucerna per una serie di concerti al Musikverein di Vienna con Maurizio Pollini solista. Fa parte di giurie in concorsi violinistici come il Postacchini di Fermo, Vittorio Veneto , Treviso ecc. Recentemente ha pubblicato 12 studi per violino e 4 pezzi per violino e pianoforte dalle Cittá invisibili di Italo Calvino e a breve uscirà una Paganiniana scritta per violino solo. Nel 1980 inizia l’attivitá di insegnante presso il conservatorio B. Marcello e molti allievi che si sono diplomati sotto la sua guida ricoprono importanti ruoli in prestigiose istituzioni sinfoniche e in gruppi da camera. Fedele ed erede della tradizione violinistica del suo maestro Sirio Piovesan (che unisce alla scuola veneziana , quella ungherese di J. Hubay e E. Zathureszki), viene considerato come unico erede della sua scuola e ne vuole perpetuare i preziosi insegnamenti.